Niente più smalti dall’Inghilterra?

nopolish

Tutto è nato quando mi hanno girato questo articolo.
In pratica una ragazza inglese, che aveva precendemente spedito degli smalti ad una sua amica via posta, si è veista recapitare a casa una lettera da parte della Royal Mail (servizio postale britannico) che la informava che, a causa delle nuove formule vigenti per la sicurezza postale aerea, il suo pacco contenente smalti (alias materiale pericoloso) era stato distrutto.

Oh cazzus.

Mi è preso subito un coccolone, ho pensato alla marea di Orly, Zoya e Nubar che prendo solitamente oltremanica da numerosi siti internet inglesi (non trovandoli qui in Italia facilmente) e ho pensato che forse non avrei più potuto farlo e mi è tremata la mano sul mouse.
Per questo sono andata in giro alla ricerca di informazioni più approfondite per capire come stessero esattamente le cose.

Trovare gente disorientata, nonchè abbastanza pissed off per questo fatto, non è stato difficile. La notizia ha fatto il giro del web abbastanza velocemente fra le appassionate di smalti & co.
Posso tristemente dirvi che il malcontento generale ha trovato effettivamente conferma, in prima battuta in questo articolo ufficiale della Royal Mail. (qui c’è la versione tradotta per chi non sa bene l’inglese).

In pratica questo articolo conferma un inasprimento delle leggi che regolamentano l’invio di merci considerate potenzialmente pericolose, non solo per spedizioni all’interno dell’UK ma soprattutto per le spedizioni internazionali, come specificato qui:

rm

traduzione: la spedizione di aerosols (compresi deodoranti, spary per il corpo, spray per capelli, schiume da barba e creme depilatorie), smalti per unghie, batteria al litio quando non installate in un apparecchio e profumi e dopobarba continuerà ad essere vietata per destinazioni internazionali per tutti i consumatori e aziende.

In verità questa legge c’è da anni ed infatti certi negozi (ad esempio lookfantastic.com) hanno sempre scritto a chiare lettere di non poter spedire profumi fuori dai confini britannici, eppure gli smalti hanno sempre avuto via libera nelle spedizioni.
A quanto pare la pacchia è finita. Gli smalti sono effettivamente considerati come liquidi infiammabili e quindi potenzialmente pericolosi.
Per spedirli occorrerebbe identificarli con apposite etichette (operazione non economica) o spedirli via terra.
I controlli dal 14 Gennaio 2013 quindi si sono fatti più serrati e il rischio di non vedersi recapitare il pacco via Royal Mail, se contenente smalti, è concreto.

Cosa fare dunque?
Io consiglierei innanzitutto di non rischiare di fare ordini alla cieca, sperando nella buona sorte ma di contattare preventivamente i negozi (o venditori se si tratta di ebay) da cui volete comprare smalti e chiedere se si servono di Royal Mail o se è prevista una tipologia di spedizione diversa per i pacchi internazionali.
So di ragazze che hanno ricevuto comunque smalti spediti via Royal Mail non più di un mese fa ma informarsi prima è meglio di tutto, onde evitare spiacevoli sorprese.

Qui trovate il depliant esplicativo delle nuove regole introdotte e qui la lista più completa e approfondita di tutte le merci che non è possibile spedire fuori dall’Inghilterra via posta aerea con la Royal Mail. (versione tradotta in italiano la trovate qui).

Ovviamente man mano che avrò conferma di dove sarà possibile comprare in tranquillità smalti da siti inglesi, aggiornerò l’articolo.
E ora vado ad sbronzarmi con gli effluvi malefici dei miei smalti, per non pensare a questo trauma…

  1. annarosa & Allegra
    annarosa & Allegra05-13-2013

    Pivirina! :-)….chissa come mai viene fuori ora???? dalla vecchia Inghilterra e dall’Europa tutta non spediscono NULLA del genere in Cina, dove in questo campo sono tassativi. In compenso ci sono gli individuals cinesi che volano in Europa ed in America e rientrano con valigie piene di ogni ben di Dio e vendono su http://www.taobao.com
    Io sono quasi certa che dietro bbcream.it ci siano gli olandesi e cinesi assieme. Magari loro riescono a farvi felici! baciuzzi ….e ti offro la spalla per piangere..

  2. YolandeLeChat
    YolandeLeChat05-13-2013

    Ciao, eh si infatti ti ricordi che ti chiedevo dove comprare il Seche Vite? Putroppo io non ho ancora trovato un sito italiano/europeo dove le spese di spedizioni non siano a momenti più alte del prodotto..
    Se hai novità ci tengo senz’altro a conoscerle. Un bacione e grazie

  3. eldhina
    eldhina05-20-2013

    Alcuni noti siti smaltiferi e truccosi inviano ancora smalti tramite Royal mail (yeahh!) ed hanno anche le spese di spedizione gratuite! Ho ordinato giusto un paio di smalti Ciatè settimana scorsa, ora attendo i tempi di arrivo (almeno 3 settimane). Altro esempio è Illamasqua, continua a spedire in Eu ma con delle spese di spedizione piuttosto alte, quindi ritengo che si affidino ad un corriere, ma non saprei dirti quale.Per Yolandalechat il seche puoi reperilo facilmente su feelinique.com e/o beautybay.com entrambi spediscono dell’Inghilterra con spese di spedizione gratuite, spero che questi spediscano ancora smalti in EU. Su quei siti se non erro costa sui 10 euro e rotti.

  4. Boh
    Boh07-26-2013

    Bello, ho fatto ieri un ordine Mua e ho preso anche uno smalto ed oggi scopro questa bella cosa ._.
    Se non mi arriva il pacco da 30 euro per colpa di un miserissimo giuro che vado in Inghilterra e ammazzo chiunque mi capiti a tiro.

    • Boh
      Boh07-26-2013

      *miserissimo smalto

Rispondi