coppettamestruale

La coppetta mestruale: parliamone :)

La mia scoperta di questo strano aggeggino dedicato a noi donne, risale già a qualche anno fa, tuttavia mi ci è voluto parecchio per convincermi a provare questa benedetta coppetta mestruale.
Non ci vuole molto a capire che una sorta di imbuto di gomma, che si propone di sostituire qualsiasi altro assorbente interno e/o esterno per ciclo mestruale, può suscitare in chiunque ben più di un dubbio.
Siccome questi tentennamenti li ho superati e da oramai quasi un anno sono una felicissima sostenitrice nonchè utilizzatrice della coppetta, ho cercato di diffondere la mia esperienza personale e di chiarire quanti più dubbi possibile a riguardo in alcuni video.

Per comodità ho pensato di fare anche qua sul blog un post riassuntivo, accompagnato dai video che sicuramente vi potranno risultare maggiormente esaustivi.

Siccome si parla di un dispositivo dedicato ad una parte molto delicata di noi donne, vi consiglio di parlarne sempre prima con il vostro ginecologo e di valutare con lui se si è idonee all’uso della coppetta, soprattutto se avete già delle patologie pregresse!

Io qua riporto esclusivamente la mia esperienza e cerco di fornire le informazioni generiche che possono essere di aiuto a tutte. Se avete problemi particolari non chiedete a me o ad altre ragazze se potete usare la coppetta ma parlatene con il vostro medico! :)

 

Cos’è la coppetta mestruale?

La coppetta è una nuova alternativa agli assorbenti interni ed esterni per il ciclo mestruale.
Si tratta di un dispositivo fatto di materiale gommoso (silicone o polimeri medicali) anallergico, a forma di campana e riutilizzabile.

Come funziona la coppetta mestruale?

La forma della coppetta, solitamente definita a campana o a imbuto, è pensata proprio per raccogliere il sangue del flusso mestruale impedendone la fuoriuscita.
Per utilizzarla bisogna quindi inserirla nella vagina, assicurarsi che aderisca bene alle pareti vaginali (affinchè non rimangano possibili passaggi che lascino fuoriuscire il sangue).
La coppetta può essere lasciata dentro al corpo anche svariate ore, tutto dipende dal flusso che si ha e conseguentemente, da quanto spesso si ha il bisogno di svuotare la coppetta.
Quando la coppetta è piena (e per capire ogni quanto svuotarla ci vuole solo un po’ di tempo e di esperienza), si estrae la coppetta, la si svuota, la si pulisce e la si reinserisce all’interno della vagina.

La coppetta è igienica e sicura?

Sì, a patto ovviamente di osservare piccoli ma essenziali passaggi.
Innanzitutto la coppetta è fatta di materiali anallergici quali silicone o TPE, che sono già impiegati da anni in ambito medico (sono gli stessi materiali con cui sono fatti, ad esempio, tettarelle per biberon, protesi etc.) e non contengono ingredienti tossici o dannosi per l’organismo.
Si evita dunque la possibilità di sindrome da Shock Tossico (TSS), cosa invece può accadere ad esempio con l’utilizzo degli assorbenti interni.

La manutenzione della coppetta è molto semplice: è necessario sterilizzarla prima di iniziare ad usarla per il ciclo e alla fine del ciclo stesso. La sterilizzazione può essere fatta anche mettendola a bollire nell’acqua per qualche minuto.
Quando invece si svuota la coppetta, sarà necessario ripulirla prima di reinserirla all’interno del corpo, con dell’acqua calda, una salviettina intima o un sapone delicato, basta non usare niente che abbia base alcoolica o che possa essere aggressivo.
Nulla vieta di procedere alla sterilizzazione della coppetta, anche quando dovete solo svuotarla.
Ovviamente tutte queste operazioni andranno fatte rigorosamente con le mani pulite! ;)

Perchè dovrei preferire la coppetta agli assorbenti classici?

Le motivazioni per passare alla coppetta sono svariati e numerosi … li elencherò per comodità :)

1. Soldi

La coppetta, seppur abbia un costo iniziale più elevato rispetto agli assorbenti più blasonati, aiuta a risparmiare un bel po’! Infatti, potendola riutilizzare e avendo una durata che va dai 5 ai 10 anni, il suo costo viene ammortizzato in pochi mesi e già nel giro di un anno si risparmiano un sacco di soldini rispetto al comprare mensilmente gli assorbenti.
Facciamo un esempio molto generalizzato e per difetto.
Una donna usa mediamente una ventina di assorbenti  per ciclo, il che equivale a quasi due pacchi di assorbenti. Un pacchetto di assorbenti esterni costa in media sui 3 euro.
Il che significa che in un anno, una donna mediamente pagherà quasi 72 euro per quegli assorbenti. Il tutto, moltiplicato per i 5 anni, che è il tempo minimo di durata di una coppetta, porta il conto totale a 360 euro.
Quindi per 5 anni di uso di assorbenti tradizionali, spendiamo in media più di 300 euro, con la coppetta invece spendiamo tra i 12 e i 35 euro a seconda del modello che scegliamo.
una bella differenza!!! (soprattutto se teniamo conto che spesso non si comprano solo gli assorbenti esterni, ma anche quelli interni, i salvaslip etc…)

2. Sostenibilità

Gli assorbenti tradizionali, per loro stessa natura, sono usa e getta, il che signifca che dopo essere stati usati, andranno buttati nelle immondizia.
Se usiamo i dati di prima per calcolare (sempre in difetto!) quanti assorbenti una donna butta via in un anno, la somma fa venire i capelli ritti: una media di 240 assorbenti all’anno a donna.
Tutti rifiuti che ci ritroviamo letteralmente attorno a noi.
Con la coppetta questo problema non sussiste, in quanto l’unica cosa che viene buttata è il sangue mestruale! :)

3. Salute

Gli assorbenti interni si sa, possono avere degli effetti collaterali spesso importanti, come secchezza interna o la sindrome da Shock Tossico, gli assorbenti esterni non sono ben tollerati da tutte, in quanto il materiale spesso crea fastidiosi pruriti sulle pello più sensibili.
La coppetta questi problemi non li crea, in quanto i materiali di cui è composta non interferiscono con la natura fisiologica della vagina, non sono tossici e sono testati come anallergici.

4. Comodità

Innegabilmente la coppetta è più comoda dell’assorbente tradizionale. Penso che almeno 9 donne su 10 che l’hanno provata vi diranno la stessa cosa.
La coppetta va cambiata molto meno spesso rispetto ad un assorbente (soprattutto quando trovate la misura adatta al vostro ciclo), non occorre ricordarsi di portarsi dietro assorbenti di ogni tipo e grandezza, permette di fare sport comodamente e senza paura di brutte sorprese (chi vi parla fa pallavolo e ha usato la coppetta sia per allenamenti che partite!), si può anche andare al mare e/o in piscina e … detto fra noi donne, elimina il fastidio di odori non proprio piacevoli in quei giorni ;)

Tu che hai provato la coppetta, torneresti indietro?

In tutta sincerità, detta fuori dai denti … neanche morta! :D
Trovo che la coppetta sia di gran lunga più comoda degli assorbenti tradizionali e nonostante le prime difficoltà iniziali, dovute al dovermi abituare al maneggiare con la coppetta, al capire qualche coppetta fosse adatta a me etc, i benefici si sono fatti notare fin da subito!

Ovviamente per motivi di comodità vostra e mia, non posso affrontare qua, in forma scritta, ogni singola sfaccettatura dell’uso della coppetta, altrimenti diventerebbe un articolo lunghissimo!
Vi lascio quindi i video che ho fatto a riguardo, in cui ho cercato di spiegare il più dettagliatamente possibile come funziona la coppetta e in cui ho parlato anche di due marche molto conosciute che ho provato: la Mooncup e la Meluna.

La coppetta mestruale 1/3 – cos’è, come funziona, come inserirla

Come si presenta la coppetta, com’è fatta, come funziona e alcune dritte su come inserirla

La coppetta mestruale 2/3 – come estrarla, come lavarla e sterilizzarla, i vantaggi

Suggerimenti su come estrarre la coppetta, come sterilizzarla e mantenerla al meglio, i vantaggi della coppetta

La coppetta mestruale 3/3 – come sceglierla, Mooncup vs Meluna

Suggerimenti su come scegliere la coppetta adatta a noi, confronto diretto fra Mooncup e Meluna soft.

Link utili sulla coppetta mestruale

- Tabella comparativa delle coppette
utile tabella che compara grandezze e capienze delle varie coppette in commercio.
- Gruppo Facebook – La coppetta mestruale
utilissimo gruppo su Facebook, in cui potete trovare consigli e sostegno da parte di altre ragazze che usano la coppetta.
- Forum La coppetta mestruale
forum molto attivo e utile per chi è alle prime armi con la coppetta.

Link produttori di coppette

- Meluna (*)
- Miacup (*)
- Mooncup
- Yuuki (*)

 

(*) = siti da cui è anche possibile comprare la coppetta

 Negozi online rivenditori di coppette

- La Bottega della Luna (Mooncup)
- Saicosatispalmi (Natù, Mooncup)
- Pannolinidamore (Lunette)
- Adorashop (Ladycup, Meluna, Natù)
- Il Passero lavabile (Femmecup, Meluna)

  1. Alias
    Alias10-10-2012

    Ciao, ne riparlavo proprio ieri sera con mia cugina, con cui abbiamo già affrontato altre volte questo argomento!
    Ancora non l’ho provata e ieri le stavo appunto raccontando che devo decidermi a farlo una buona volta. Sono pigra. E’ questa l’unica motivazione per cui ancora non l’ho acquistata. Ma presto lo farò, più per comodità in ogni senso che per il risparmio in sè. E se tu hai pubblicato oggi questo articolo e io ieri ne parlavo… direi che è un segno che è arrivato il momento di decidere quale comprare ;-)

  2. Daniela
    Daniela10-10-2012

    È. Una rivoluzione! Passa sul forum della coppetta per capire quale prendere!

  3. Alias
    Alias10-11-2012

    ieri sera alla fine l’abbiamo comprata entrambe. Era arrivato il momento ;-) Ne abbiamo parlato ancora un po’ per decidere se prenderla soft o normale e alla fine abbiamo preso 2 meluna normali, una S per lei e una M per me. D’altra parte da una si dovrà pur iniziare, no?!

    • coco
      coco10-11-2012

      avete fatto benissimo!! poi fatemi sapere come vi trovate! :)

      • Alias
        Alias10-15-2012

        Sono arrivate qualche ora fa col corriere. Quasi quasi non vedo l’ora che mi venga il ciclo!!! Mmmmmm… a ripensarci, meglio di no! ;-)

        • coco
          coco10-15-2012

          ehehhe ti capisco, anche io la prima volta ero curiosissima di provarla! :D

  4. Laura
    Laura10-11-2012

    Ho appena finito di vedere il terzo video, e volevo chiedenti se secondo te il problema della difficoltá ad estrarre la coppetta puó dipendere solo dalla rigiditá del materiale (e quindi dalla marca)
    Io ho una mooncup taglia piccola e dopo aver eliminato il gambo mi sono trovata abbastanza bene, una volta indossata non la sento, non ho avuto incidenti “sgocciolosi” e la capienza mi sembra quella adatta, quindi penso che come dimensioni possa andare bene, solo che il momento dell’estrazione é abbastanza un problema! Tu ho visto hai risolto passando ad una coppetta piú morbida ma anche complessivamente piú piccina, quindi volevo sapere se per te il problema ad estrarla si é risolto solo per il cambio di materiale o anche per la diversa dimensione.

    tra l’altro grazie per il post, le spiegazioni sono davvero esaurienti, e i link utilissimi!!

    • coco
      coco10-11-2012

      ad oggi le coppette che ho provato sono 3 (si farò un video di aggiornamento a riguardo ;) ):
      - mooncup
      - meluna soft
      - ladycup

      e dalla mia esperienza posso dirti che la differenza, al momento dell’estrazione, la fa soprattutto la rigidità della coppetta.
      La mooncup l’ho abbandonata subito proprio perchè troppo rigida, e soprattutto in fase di estrazione risultava quasi dolorosa.
      La Meluna la tolgo senza problemi alcuni, la Ladycup che è un po’ più rigida della Meluna soft ma più morbida della Mooncup, la tolgo anche senza problemi anche se devo porre un po’ più di attenzione.
      Le dimensioni da questo punto di vista non hanno portato enormi differenze, la Ladycup che ho preso, nella misura L (una vasca da bagno in confronto alla Meluna ma mi serve per i cicli più abbondanti), non risulta nè più fastidiosa o ostica da maneggiare. Solo essendo un pelo più rigida della Meluna, necessita di qualche accortezza in più tutto qua. :)

      • Hilla
        Hilla11-23-2012

        …..Proprio ieri anche io mi sono convertita alla coppetta :) Per ora ho preso la Mooncup e per essere il secondo giorno di prova mi trovo già benissimo,l’ho tenuta anche per la notte e nessun problema!!! Sì la trovo un pò rigida nel rimuoverla ma devo ancora farci l’abitudine! Per ora Promossa!!!

  5. Sara
    Sara01-30-2013

    Ciao! Anch’io mi son convertita da poco e mi trovo bene con la Mamicup… molto morbida e non ho trovato problemi per farla aprire..cioé non ho dovuto fare acrobazie per prenderle la mano. Acquistata su coppetta-mestruale.it e ora vorrei una seconda…giusto quando mi capiterà di essere in giro e magari anche colorata…visiterò i forum che citi.

  6. Laura
    Laura11-22-2013

    Ciao,
    Io ho comprato da un mesetto la fleur cup, la conosci?. Ancora nn sono riuscita a provarla. Sono al secondo ciclo da quando è arrivata e mi vengono un sacco di dubbi. Innanzi tutto ho paura di non riuscire a riacchiappare la coppetta. In secondo luogo ho paura che, anche se ho preso la taglia per i flussi abbondanti, esca del sangue. Inoltre volevo sapere: nel video 2 dici di levare la coppetta non avendo sotto tappeti ecc…ma nn si toglie stando sedute sul water? Ciao, La.

  7. Laura
    Laura11-23-2013

    Allora ieri l’ho provata. Devo dire che purtroppo il primo tentativo nn è andato bene. Innanzi tutto nonostante l’abbia inserita come è descritto sui vari tutorial, muovendola un po’ per far aderire bene alle pareri, dopo circa 3 ore che c’è l’avevo l’assorbente era macchiato. Quindi o il mio flusso è troppo abbondante o non l’ho messa bene. In secondo luogo per levarla non riesco assolutamente ad acchiappare il fondo della coppetta e stringerlo per tirarla via. Quindi mi sono servita della “codina”che però anche quella nn è che sia comodissima. Non è venuta via subito perché aveva fatto tipo sottovuoto e questo mi sembrava un segno che l’avessi inserita bene. A parte che quando è uscita non sono riuscita ad evitare lo scatto e quindi un po’ di sangue è uscito, però (a parte lo spettacolo poco gradevole) mi sono accorta che per me nn sarebbe per niente comoda da portare nei luoghi pubblici. Sia perché era veramente molto sporca di sangue e una salvietta secondo me nn basterebbe. In secondo luogo avevo le dita completamente sporche quindi mi ci sarebbe voluta una seconda salvietta per le mani. Alla fine se per non consare un assorbente devo usare un sacco di salviette non so se dal punto di vista ecologico sia tanto meglio. Inoltre è necessario, per me, stare a sedere sul water, cosa non sempre possibile nei bagni pubblici. Ho solo io questi problemi?????

Rispondi