Aziende e bloggers : il bastone e la carota?

Il fatto (letto e riportato da Lacquerized):

Sara di Daily Polish, blogger appassionata di smalti come tante altre, scrive degli articoli su alcuni prodotti di due case produttrici di smalti, la Ginger + Liz e la Diamond Cosmetics, come già fa con tanti altri prodotti.
Alcuni lettori fanno notare come alcuni fra gli smalti di queste due case siano molto simili, forse troppo.
In base alla voce che gira sul web che la Diamond Cosmetics venda i suoi prodotti ad altre marche che altro non farebbero se non rimarchiarli e venderli a meno (e che la stessa DC lo dichiara apertamente), i lettori del blog di Sara chiedono di vedere gli smalti in una comparazione diretta, smalti che ricordiamo, Sara ha comprato di tasca sua.
Perchè davanti a due smalti identici nel colore e formulazione, chi consiglierebbe e comprerebbe la versione più costosa?
E questo è quello Sara fa, accontentando le richieste dei suoi lettori.

Dopo poco tempo, Sara si vede arrivare a casa una lettera dall’avvocato della Ginger + Liz che la pone davanti ad una scelta : o elimini il post in questione con relativi commenti o ti facciamo causa per diffamazione nei confronti della Ginger + Liz per una somma di 200.000$.

Un altro caso che sembra rivelare una certa difficoltà di alcune aziende a relazionarsi con il mondo dei blog.
Dopo la OPI che male ha digerito una pubblicità troppo incalzante e generosa (e gratuita!) da parte di blogger che sembravano rivelare troppo velocemente le nuove collezioni, ora c’è un’altra azienda che mal sopporta le opinioni di bloggers e lettori.
Mi sembra più che corretto e giustificato che un’azienda si difenda da accuse infamanti non comprovate … ma è corretto ricorrere agli avvocati davanti a delle appassionate di smalti che si pongono semplicemente delle domande su dei prodotti?

E ora facciamoci qualche domanda anche noi:
Oramai i bloggers, diventati comodi, economici critici della porta accanto, vanno bene solo quando decantano le lodi dei prodotti recensiti e vanno messi a tacere quando invece si pongono domande del tutto lecite?
La bellezza dei blog come questi non dovrebbe essere proprio il fatto che uno/a di noi fa le stesse prove, le stesse esperienze e si pone le stesse domande sui prodotti acquistati proprio come faremmo noi a casa nostra, in assolutà libertà di opinione?

E soprattutto : non sembra anche a voi che questo modo di fare di alcune aziende, tanto attente alla loro immagine sul web, sia proprio il modo migliore per ottenere la peggior pubblicità?

  1. Chiara
    Chiara07-18-2010

    A volte queste aziende mi stupiscono, ma non riesco a capire come mai abbiano messo un avvocato, se questa Sara non ha fatto altro che dire qualcosa che la stessa azienda ha ammesso di fare, ogni azienda ha il diritto di fare quello che vuole con i propri prodotti, ma una cosa del genere mi sembra alquanto losca… E poi diciamocelo, io non comprerei mai tra due smalti identici quello che costa di più xD

    • Coco
      Coco07-19-2010

      Questo è quello che si stanno chiedendo tutte… possibile essere querelate a porsi semplicemente delle domande su dei prodotti? E se anche qualcuno avesse detto che effettivamente i prodotti sembrano identici, ricorrere agli avvocati mi sembra quantomeno eccessivo…

  2. gabriella
    gabriella07-18-2010

    come è finita la storia di sara?

    • Coco
      Coco07-19-2010

      Non si sa… è ancora tutto in corso..
      Secondo me comunque l’azienda ha voluto solo intimorire Sara &co., potrebbe fare ben poco di fronte ad una blogger che semplicemente ha fatto delle foto di comparazione di alcuni smalti dicendo che effettivamente sono uguali…

  3. Alessandro Centonze
    Alessandro Centonze07-21-2010

    Quello che ha fatto l’azienda in questione è semplicemnte assurdo e sbagliato. La comunicazione di un progotto o di un brand non può e non deve passare attraverso minacce e ricatti legali.

    Bisogna sempre ricodarsi che si ha di fronte una persona che segue con passione novità e tendenze del proprio mercato di riferimento.

    I blogger obiettivi sono grandi risorse anche quando criticano.

    Ale

    • Coco
      Coco07-21-2010

      Evidentemente non tutti la pensano come te Alessandro, tanto che situazioni come questa cominciando a vedersi abbastanza spesso in giro…
      Ho l’impressione che alcune aziende vedano i bloggers solo come galline dalla facili uova d’oro, invece di considerarli come veri e proprio consumatori quali sono, che danno loro una possibilità in più per capire se i loro prodotti funzionano o meno…

  4. Alessandro Centonze
    Alessandro Centonze07-21-2010

    Grazie per la tua risposta.

    Io lavoro per una grande azienda che produce cosmetici. Ascoltarvi e capire cosa non va è sempre un piacere. Penso anche sia inutile nascondersi. Le aziende, buone ascoltatrici e non, guardano e osservano cosa si dice di loro sulla rete. Molti commentano sotto false spoglie per “reindirizzare” la conversazione dove fa più comodo, altri invece interagiscono e cercano di capire..io faccio parte delle seconda categoria =)

    Grazie mille e..ottimo lavoro per il restyling!

    Alessandro

    • Coco
      Coco07-21-2010

      Fai bene a pensarla così :) anche perchè molte aziende non si rendono conto che il web è uno strumento molto potente per lanciare un prodotto o un’azienda tanto quanto lo è per affossarla…

      p.s. grazie dei complimenti ^^

  5. olivia
    olivia07-21-2010

    questa cosa mi ha fatto incazzicchiare appena l’ho letta… una blogger non può permettersi tali rogne nella maggior parte dei casi… il rpoblema è che quando gli avvocati sono pagati da una megaazienda con megacapitali non tanto facile che vinca chi ha ragione anche se non ha fatto nulla di male.
    cmq le aziende se non sono corrette con le blogger in genere non lo sono nemmeno con i clienti…è tutta questione di etica!

    • Coco
      Coco07-21-2010

      è vero che è molto probabile che una semplice blogger non abbia modo di spendere milionate per difendersi in una causa… tuttavia intanto un’azienda che si comporta così si fa pessima pubblicità con le proprie mani … forse a star zitta faceva una figura milgiore…

  6. Dony
    Dony07-21-2010

    Pazzesco questo caso. I nostri blog servono proprio per scambiarsi opinioni, sia positive che negative sui vari prodotti testati. Le aziende dovrebbero solo prenderne spunto per migliorarsi. La ragazza cancellerà il post ma noi compreremo i prodotti dell’azienda in questione dopo questa bella mossa??? Io ovviamente no.

  7. LaDamaBianca
    LaDamaBianca07-22-2010

    Ci resto sempre male quando leggo queste cose.
    Non capisco perchè aziende di questo calibro vogliano cadere così in basso.
    Si fanno una pessima pubblicità.

Rispondi