Tutorial : come pressare i pigmenti

I pigmenti o gli ombretti minerali sono una grandissima cosa, tuttavia ognitanto può essere scomodo usarli (se si è in viaggio e fuori casa) o può diventare rischioso se si è tendenzialmente pasticcione o imbranate come la sottoscritta (leggi pottini di pigmenti quasi rovesciati…) per questo sorge l’esigenza di renderli più comodi da usare e trasportare.
La cosa da fare in questo caso è pressarli come i normali ombretti che compriamo.
Anche se di primo acchito può sembrare un procedimento difficile e laborioso posso assicurare che è decisamente meno complicato di quanto si possa pensare, alla fine basta prenderci solamente la mano (come in tutte le cose).
Ecco quindi una veloce guida passo-passo per pressare i pigmenti, corredata di foto che potete ingrandire cliccandoci sopra.

Ecco di cosa avrete bisogno prima di inziare (fig.1) :

a. il pigmento da pressare (in questo caso ho usato il Circa Plum di Mac)
b. un pottino per ombretti/creme vuto
c. una spatolina
d. una cialdina per ombretti vuota
e. una moneta da 2 euro (o una qualsiasi di uguali dimensioni se si utilizzano cialdine vute mac o elf)
f. alcool denaturato
g. una salvietta struccante fatta asciugare precedentemente

n.b.1 ho letto che altre persone usano prodotti specifici per ombretti, o acqua termale o liquido per lenti al posto dell’alcool … io non so dirvi cosa sia migliore, tuttavia ho pressato parecchi pigmenti con l’alcool e devo dire che funziona egregiamente, in quanto evapora ed asciuga il pigmento velocemente e non lascia tracce di alcool che possano dare fastidio all’occhio.
Pottini vuoti e spatolina sono facilmente reperibili in profumerie o drogherie che vendono quei kit di contenitori da viaggio.
n.b.2 Suggerisco di coprire bene il piano da lavoro su cui andrete ad armeggiare con un panno o del giornale, io oramai lo faccio senza sporcare ma le prime volte che ho fatto questa procedura ho lanciato pigmento un po’ dovunque!!


Fatto ciò cominciate a versare il pigmento nel pottino vuoto servendovi della spatolina (fig.2). E’ sempre meglio cominciare con poco pigmento e magari aggiungerne dopo se risulta troppo poco piuttosto che metterne una vagonata subito e ritrovarsi con pigmento impastato in eccesso.


Ora prendiamo l’alcool e con cautela ne versiamo un pochino dentro al pottino con il pigmento e mescoliamo il tutto.
Anche qui cominciate a mettere poco alcool e provate a mescolare il pigmento, se notate che il pigmento non si mescola bene ed è decisamente ancora troppo pastoso o secco allora aggiungete ancora un po’ di alcool.
Rifate questo passaggio finchè non raggiungete una mescola di pigmento e alcool morbida e pastosa, possibilmente non troppo liquida (fig.3).


Una volta che avete ottenuto la mescola come piace a voi prendete la cialdina vuota e con calma cominciate a versare la mescola di pigmento dentro alla cialdina servendovi della spatolina.
Man mano che aggiungete la mescola di pigmento cercate di distribuirla dentro tutta la cialdina e di stenderla e lisciarla come meglio riuscite sempre con la spatolina.
Ripetete questo passaggio fino a quando avrete riempito la cialdina come nella foto (fig.4).


Adesso che abbiamo la cialdina piena di mescola di pigmento prendete la salvietta struccante che avrete fatto precedentemente asciugare e appoggiatela semplicemente sopra la cialdina come in foto (fig.5).

n.b. Se proprio non avete una salvietta struccante potete utilizzare un qualsiasi tessuto simile asciutto. Consiglio un tessuto poroso piuttosto che un velo di plastica poichè un tessuto può essere pressato sul pigmento senza attaccarsi a quest’ultimo e inoltre assorbe anche l’alcool in eccesso.


Ora prendete la moneta da 2 euro (o un di equivalenti dimensioni) e appoggiatela sopra la salvietta proprio in corrispondenza della cialdina (fig.6) in modo da creare una sorta di sandwich cialdina-salvietta-moneta.


Ora premete con le dita sopra la moneta con decisione per circa 5 secondi (fig.7)
Consiglio di farlo con i due pollici e di premere più volte su tutta la superificie della moneta in modo da pressare in maniera più omogenea possibile.


Come noterete quando pressate la salvietta si imbeve di tutto l’alcool in eccesso che si trova nella cialdina, quindi vi consiglio di ripetere questo passaggio più volte utilizzando ogni volta un lembo di salvietta nuovo e asciutto finchè non vedete che la salvietta non assorbe più alcool.
Ogni volta che cambiate il lembo della salvietta, per togliere la monetina da sopra la cialdina, prendete semplicemente un angolino della salvietta e delicamente sollevatelo dalla cialdina, come in foto. (fig.8-9)


Una volta pressata bene la cialdina e il pigmento in essa contenuto, una volta che notate che la salvietta rimane asciutta intorno alla cialdina quando pressate, il vostro pigmento è fatto!! :) (fig.10)
Mettetelo in un qualche angolino al sicuro e lasciatelo asciugare del tutto per qualche ora (io solitamente per star sul sicuro faccio questo lavoro di sera, lascio che la cialdina si asciughi completamente durante la notte, così alla mattina successiva è pronto per essere utilizzato).


Come vedete nella foto qua sotto mi sto creando una palette con tutti i miei pigmenti pressati e a parte due che sono stati comprati già pressati gli altri sono stati tutti pressati da me.
Come notate non tutti sono venuti perfetti ma con un po’ di pratica si arriva velocemente ad ottenere delle belle cialdine di pigmento pressato :)
Spero che questa piccola guida vi sia stata utile!!

  1. Rhiannon
    Rhiannon11-10-2011

    Ciao!!:) bellissimo sito!!messo direttamente tra i miei preferiti!;)utilissimo!!avrei una domanda,ma le cialdine vuote di ombretti come faccio a procurarmele?grazie un bacione!!!

    • Coco
      Coco11-14-2011

      le cialdine le presi all’epoca su cocktail cosmetics, ora non le vende più.
      tuttavia puoi trovarle su mineraliberi.it (non appena rifornisce) o su ebay uk, cercando empty eyeshadow pans :)

Rispondi